La ratifica della Convenzione delle Nazioni Unite sulla corruzione



Approvato dal Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2007 un disegno di legge di ratifica della Convenzione delle Nazioni Unite sulla corruzione del 2003.



Tra le disposizioni rilevanti, si segnalano le seguenti:
- viene ampliata la portata dell'art 322 bis c.p. (corruzione di pubblici ufficiali stranieri e di funzionari di organizzazioni pubbliche internazionali) al fine di ricomprendere anche la fattispecie di corruzione "al fine di ottenere o mantenere un'attività economica o finanziaria" (comma 2 n. 2);
- si propone di inserire nel d.lg. 231/2001 un nuovo art 25 septies (Induzione a non rendere dichiarazioni o a rendere dichiarazioni mendaci all'autorità giudiziaria), che prevede l'applicabilità della sanzione pecuniaria fino a 500 quote in relazione alla commissione del delitto di cui all'art 377 bis c.p.;
- viene inserito nel c.p.p. l'art 740 bis, ai sensi del qualel'A.G. italiana dovrà dare esecuzione ai provvedimenti adottati da altri Stati allo scopo di favorire il recupero dei beni assoggettati a misure di sequestro cautelativo o conservativo.


Visita anche

Condividi

Copyright